giovedì 21 novembre 2013

IT Golden Demon 2013 - Silver (dwarves diorama)

Con un pizzico di orgoglio, posso oggi farvi vedere nei dettagli, Uno dei pezzi più Belli del ultimo GD italiano.  Si tratta della meravigliosa scenetta fatta da un “artista” molto talentuoso. Signori vi sto parlando il Diorama fatto dal Buon Andrea Ramani.
L'Opera e stata premiato con un argento, dentro ad una categoria molto….molto difficile. Proprio per ciò trovo che la bellezze di questa opera e particolarmente pregiato.  Una scenette che e riccissima di tantissimi particolari.  Io trovo che questi particolari sia perfettamente combaciabili alla tipici BG della GW.
Io faccio con cuore i miei più sinceri complimenti al buon Ramani, per questa opera che a del incredibile. E prendo anche questa occasione per ringrazierò della grande cortesia che o ricevuto nel poter pubblicare sul mio Blog il suon fantastico lavoro.
Ma lasciamolo parlare. Visto che collegato alle foto che anche una piccola spiegazione di come ad Ramani li sia venuta la ispirazione. Inseguito poi arricchita con una bellissima storia.
--------------------------------------------------------------------
Questo è stato il mio primo progetto "grande" (si fa per dire visto che è proprio un dioramino-ino-ino) e organizzare il tutto, sia a livello di costruzione che di scelte pittoriche è stata davvero dura per me, però sono molto contento del risultato finale anche se, come sempre, ci sono tante cose che avrei potuto far meglio!
Ho scelto di rappresentare i nani non nella solita taverna, tema comune quando si parla di botolotti barbuti, ma piuttosto in una piccola stanzetta post-lavoro. Il tipico luogo dove, tornati dalla miniera ci si riposa e svaga un attimo, che sia per farsi una partita a dadi, trangugiarsi qualche pinta di birra o schiacciare un pisolino.
La scena tenta di raccontare una storia, che nella mia mente immagino così:
Due nanetti se la spassano al tavolo, mangiando e bevendo alla grande. Sono appena tornati dal lavoro e si stanno godendo un meritato riposo. Un altro nanetto, loro compagno, già imbenzinato di alcool alla grande è salito sul soppalco a portare una botticella di birra ma ahimè...si è addormentato dopo poco.
I due sotto, non vedendolo più tornare si sono dimenticati di lui e, senza pensarci, gli hanno tolto la scala "intrappolandolo" al piano di sopra!!

Il protagonista della scena invece ha fatto gli straordinari, torna dopo agli altri con ancora la sua candela sul casco accesa.
Si avvicina un attimo al tavolo, agguanta un boccale ma...sente un rumore provenire dal sotterraneo.

"Sarà Fimbur, quel pigrone si sarà perso un'altra volta"
Ecco che lo intravede, uscire dalla cantina nella semioscurità per dirigersi verso la ripida scala che porta ai sotterranei, ma c'è qualcosa che non torna
"Hey Fimbur, sei tu?"
Il nano, sentendosi chiamare accelera il passo, ha una botte sulla schiena e...POP!! Da sotto il vestito gli spunta una lunga coda rosa e viscida
"Hey!!!Prendetelo!!"
Il nano in realtà non è il povero Fimbur, che è stato stordito e legato ed imbavagliato come un capretto in un ripostiglio, ma un lurido skaven che ha preso i suoi vestiti, e sta trafugando della preziosa birra nanica, di cui gli skaven vanno matti.
Ormai il rattaccio corre a gambe levate e per le corte gambette dei nani è ormai irrangiungibile. Ecco che l'ultimo pezzo di coda guizzante scompare nell'oscurità.

Ecco, questo è come mi immaginavo la scena e spero di essere riuscito a raccontarla :)
Un piccolo particolare per dare colore al diorama è stato aggiungere una cassa di vino, anche qui c'è una piccola storiella dietro. Ho immaginato che, la vicina provincia imperiale dell'Averland, avesse mandato in regalo a questa roccaforte nanica una cassa dei loro vini rappresentativi. I nani però, abituati a ben altro tipo di alcool, dopo aver stappato le bottiglie e annusato l'intruglio, hanno abbandonato la cassa vicino ai gradini, senza più considerarla!
I due vini sono effettivamente due vini "esistenti" dell'Averland, il Ruby e il Grenzstadter White, nomi rappresentati sulle etichette delle bottiglie (per il secondo ho dovuto sintetizzare con GSW abbreviando, per esigenze di spazio)

Infine i piccoli topini servono a rappresentare il fatto che in realtà questa roccaforte, sta lentamente venendo invasa dai ratti, che cominciando a girovagare un po' ovunque. Eccone quindi uno che annusa interessato le bottiglie di vino (quantomeno una testa, l'altra sta leccando le gocce cadute sul pavimento) ed un'altro che sta leccando la birra che gocciola dal boccale del nano sul soppalco.
---------------------------------------------------------------------------------------------
01
02
03

05
06
07
08


11
12
13
14
1422947_10202579403790086_1208681174_n

Nessun commento:

Posta un commento