lunedì 13 ottobre 2014

the son of prometheus

Il titano che dono la prima tecnologia al l'uomo.. Il fuoco......



ma chi era questo essere?


« Il tuo delitto divino fu l'essere gentile, / di rendere con i tuoi precetti la somma / dell'umana infelicità minore »
(George Gordon Byron, Prometeo)
Prometeo (in greco antico Προμηθεύς, Promethéus, "colui che riflette prima"), è una figura della mitologia greca, titano, figlio di Giapeto e di Climene. A questo eroe amico del genere umano sono legati alcuni antichissimi miti che ebbero fortuna e diffusione in Grecia. Le tradizioni differiscono talvolta sul nome della madre. Viene citata Asia, figlia di Oceano o Climene, anch'ella un' Oceanina. Una leggenda più antica lo rendeva figlio di un Gigante, chiamato Eurimedonte, il quale lo aveva generato violentando Era, il che spiegherebbe l'avversione di Zeus verso Prometeo. Prometeo ha vari fratelli: Epimeteo, che è, in contrasto con lui, il "maldestro" per eccellenza, Atlante, Menezio. Prometeo si sposò a sua volta. Il nome di sua moglie varia egualmente secondo gli autori: il più delle volte è Celeno, o anche Climene. I suoi figli sono Deucalione, Lico e Chimereo, ai quali si aggiungono talvolta Etneo, Elleno e Tebe.
La sua azione, posta ai primordi dell'umanità, si esplicava in antitesi a Zeus, dando origine alla condizione esistenziale umana.
Nella storia della cultura occidentale, Prometeo è rimasto simbolo di ribellione e di sfida alle autorità e alle imposizioni, e così anche come metafora del pensiero, archetipo di un sapere sciolto dai vincoli del mito, della falsificazione e dell'ideologia.

Quindi Il titano che si ribello per donare alla intera umanità il spare del fuoco, la prima forma di Tecnologia utilizzata dal genere Umano. Che dette vita ad un nuovo sapere pari quasi ai Dei, Pometheus che grazie al suo regalo libero la intera umanità dalle catene della ignoranza. Da li in poi Uomo inizio ad desiderare sempre di più, non potendosi più fermare.



Così Esiodo nella sua "Teogonia" ci racconta l'episodio:
[...] quando a Mecone contesero gli uomini e i Numi,
un gran bove offerí Prometeo, con subdola mente,
e lo spartí, traendo la mente di Zeus in inganno.
Perché le carni tutte, l'entragne con l'adipe grasso
depose entro la pelle, coperte col ventre del bove,
e a lui le candide ossa spolpate, con arte di frode,
offrí, disposte a modo, nascoste nel lucido omento.
"O di Giapeto figlio, famoso fra gli uomini tutti,
quanto divario c'è, tra le parti che hai fatte, mio caro!"
Cosí Zeus, l'eterno consiglio, crucciato gli disse.
E gli rispose cosí Prometeo, lo scaltro pensiero,
dolce ridendo, né fu dell'arti di frode oblioso:
"Illustre Zeus, sommo fra i Numi che vivono eterni,
scegli quello che piú ti dice di scegliere il cuore".
Disse, tramando l'inganno; ma Zeus, l'eterno consiglio,
bene avvisata la frode, ché non gli sfuggí, nel suo cuore
sciagure meditò contro gli uomini; e furon compiute.
Il bianco adipe, dunque, levò con entrambe le mani,
e si crucciò nel cuore, di bile avvampò, quando l'ossa
del bue candide scorse, composte con arte di frode.
Di qui l'usanza venne che sopra gli altari fragranti
bruciano l'ossa bianche dei bovi i mortali ai Celesti.
E nel suo cruccio, Zeus che i nugoli aduna, gli disse:
"O di Giapèto figlio, che sei d'ogni cosa maestro,
dunque obliata non hai, caro amico, la tua frodolenza".
Cosí, crucciato, il Dio dagli eterni consigli diceva;
e da quel giorno, mai non dimenticando la frode,
agli uomini tapini che vivono sopra la terra,
nati a morire, la forza negò dell'indomito fuoco.

Pero anche se la Tecnologia nata dalla bontà di un titano porto sicuramente tanto benessere alla intera umanità, essa aveva una parte scura...una parte molto tenebrosa. Il più grande desiderio del uomo e sempre stato quello di potere creare vita simile a lui, cosi da essere considerata pari ah un Dio.
Cosa potrebbe succedere se di colpo un essere sarebbe in grado di creare un nuovo essere? Creare una nuova vita?

Fra il 1816 e il 1817 ah sole 19 anni la scrittrice inglese Mary Shelley scrisse il romanzo della sua vita, Un romanzo che da li in poi avrebbe rivoluzionato il genere.

 
Ovvero il romanzo di Frankenstein, o il moderno Prometeo e già fu una donna ah scrivere questo capolavoro, sicuramente una mete brillante ed molto fantasiosa dei suoi tempi. Anticipando di non poco il tempo del Horror, IL titolo originale fu proprio “Il Moderno Prometeo” che doveva simboleggiare la parte oscura della tecnologia. Il passo maledetto della scienza moderna...il male assoluto che vive in ogni uomo..




 "Il romanzo fu pubblicato nel 1818 e modificato dall'autrice per una seconda edizione del 1831. È questo il romanzo con cui nascono le figure letterarie del dottor Victor Frankenstein e della sua creatura, spesso ricordata come mostro di Frankenstein, ma anche, in maniera erronea, con lo stesso nome del suo artefice.
È probabile che si debba alla figura del mostro, espressione della paura, al tempo diffusa, per lo sviluppo tecnologico, se il romanzo è divenuto immortale. Frankenstein è uno dei miti della letteratura proprio perché affonda le sue radici nelle paure umane. La "creatura" è l'esempio del sublime, del diverso, che in quanto tale causa terrore.
Dalla pubblicazione del libro, il nome di Frankenstein è entrato nella immaginario collettivo in ambito letterario, cinematografico e televisivo. È inoltre spesso utilizzato, per estensione, come esempio negativo in quello bioetico, alludendo al fatto che il suddetto dottore compisse esperimenti illeciti o eticamente discutibili." Wiki

Boris Karloff ?





Anche se non sembra ma il e Frankenstein sono molto uniti, fu il come attore ad interpretare in molto indimenticabile il mitico Frankenstein nel 1931. Dato Forma in modo unico al personaggio che fino ad allora erra solo conosciuto tramite il Romanzo.






Quindi la Azienda spagnola della Andrea come omaggio al cinema che ha fatto storia decide di omaggiare il mitico mostro con una 54mm..



Personalmente posso dire che come a solito ho acquistato il modello tramite Ebay, pero ricordo rimassi veramente colpito dalla sua unica dinamicissimo. Modello ben fatto che catturava il momento di terrore che si poteva chiaramente intuire dalla scene...ed ecco la mia versione..

http://www.coolminiornot.com/366920


http://www.puttyandpaint.com/projects/5831









Nessun commento:

Posta un commento